BUON ANNO SCOLASTICO 2018/2019

La scuola è il nostro passaporto per il futuro, poiché il domani appartiene a coloro che oggi si preparano ad affrontarlo

 

Prot. n. 161/18-19                                                                                                                                                Orta Nova 19/09/2018

 

                                                                                                                                                                           Alla cortese attenzione

                                                                                                                                                                           degli insegnanti

                                                                                                                                                                           del personale ATA

 

NOTA:

da leggere agli studenti le parti di loro interesse

 

Porgo agli studenti, agli insegnanti e al personale ATA dell'Istituto Tecnico “Padre Pio” i migliori auguri per un BUON ANNO SCOLASTICO 2018/2019.

Colgo l'occasione per informare le SS.LL. su alcune disposizioni di carattere generale.

Gli studenti del corso A e del corso C (antimeridiano) entrano alle ore 8,30 e si recano nelle proprie classi di appartenenza rispettando l'orario settimanale delle lezioni. L'unità oraria delle lezioni è di 60 minuti.

L'ingresso della scuola verrà chiuso alle ore 8,35. Gli studenti ritardatari devono giustificare il ritardo e accedono alle aule nella seconda ora.

Gli studenti del corso B (pomeridiano) entrano alle ore 14,30 e si recano nelle proprie classi di appartenenza rispettando l'orario settimanale delle lezioni. L'unità oraria è di 60 minuti.

L'ingresso della scuola verrà chiuso alle ore 14,35. Gli studenti ritardatari devono giustificare il ritardo e accedono alle aule nella seconda ora.

La pausa di mezza giornata, della durata di 10 minuti, inizia al termine della seconda ora nel rispetto delle indicazioni di seguito riportate:

 

Corso A e Corso C (antimeridiano)

classi prima e seconda

dalle 10,30 alle 11,40

classi terza e quarta

dalle 10,40 alle 10,50

classe quinta

dalle 10,50 alle 11,00

Corso B (pomeridiano)

 

Tutte le classi

dalle 16,30 alle 16,40

 

Si ribadiscono e si richiamano all’attenzione dei docenti alcune disposizioni del Regolamento d'Istituto e delle norme contenute nei C.C.N.L.:

 

Gli insegnanti devono essere presenti a Scuola 5 minuti prima dell'orario d'inizio delle lezioni e attendere gli alunni in classe.

Per le responsabilità dirette che gli insegnanti hanno nello svolgimento delle attività didattiche, non è consentito allontanare gli studenti dalla classe per motivi disciplinari. Esistono altre modalità e strumenti educativi per far rispettare la disciplina e il regolamento della scuola.

I cambi da una classe all’altra vanno effettuati con celerità per evitare disservizi e classi scoperte. È appena il caso di ricordare che la vigilanza sulle classi è responsabilità degli insegnanti e garanzia di sicurezza per gli alunni.

È esclusivo compito e responsabilità dei docenti aggiornare e controllare quotidianamente i registri di classe e personale trascrivendo sugli stessi gli argomenti delle lezioni svolte, le interrogazioni le assenze, gli ingressi posticipati, le uscite anticipare, le giustifiche e quanto si ritiene possa risultare utile documentazione dell’attività didattica svolta.

I docenti devono garantire agli studenti il massimo della produttività delle attività didattiche e l'efficace controllo degli apprendimenti e segnalare tempestivamente all'ufficio di presidenza i problemi che si dovessero evidenziare soprattutto in relazione a frequenze saltuarie o ad assenze prolungate.

Ai genitori non è consentito il libero accesso ai corridoi, di entrare nelle classi e colloquiare con le insegnanti durante lo svolgimento delle attività didattiche.

I colloqui con i genitori, su espressa richiesta degli stessi, devono essere concordati e avvenire per appuntamento (non in orario di lezione frontale) e si devono svolgere nella sala docenti o in altro ambiente disponibile. Le conversazioni devono essere riservate ed avere come esclusivo riferimento solo l’alunno/a figlio/a del genitore che ha fatto richiesta di colloquio. Informazioni, notizie dati sensibili e valutazioni riguardanti altri alunni non possono essere oggetto di discussione in nessun caso e in nessuna circostanza. La violazione delle norme fissate nel D. Lgs. L. 196/93 comporta sanzioni amministrative e penali.

Nelle situazioni di urgenza o su richiesta del genitore che ne motiva la necessità, il colloquio non deve essere negato ma autorizzato dal Dirigente Scolastico e, in sua assenza, dal Vicario. In tutti gli altri casi (soprattutto se la richiesta di incontrare insegnanti o di recarsi nelle classi viene avanzata da venditori a vario titolo o in generale da estranei senza alcun rapporto di parentela con gli alunni), i permessi devono essere espressamente e direttamente autorizzati dall'ufficio di Dirigenza (Dirigente e Vicario).

 

Uso dei telefonini o altri dispositivi elettronici

Diffondere (anche da scuola) immagini, conversazioni e dati personali altrui - tramite internet o sms - comporta il rischio di multe da 3 a 18 mila euro e nei casi più gravi fino a 30 mila euro, in aggiunta alle sanzioni disciplinari che sono di competenza della scuola. Per prevenire episodi di violazione della privacy, per gli alunni, viene disposto il divieto di uso del cellulare(o di altri strumenti di riproduzione di immagini e suoni) in classe o in altri ambienti scolastici. Le SS.LL. devono sequestrare e consegnare al dirigente gli oggetti succitati che gli alunni dovessero usare o esibire a scuola. Lo scrivente provvederà a convocare i genitori ai quali consegnerà l'oggetto sequestrato.

I docenti sanno benissimo che il buon esempio è determinante nei processi educativi. Usare il cellulare in classe non è certamente un buon comportamento educativo perché delegittima il controllo e rende quanto meno discutibile il sequestro.

 

Uso dei bagni per gli studenti

I servizi sanitari devono essere usati dagli alunni nel rispetto del Regolamento che prevede sanzioni per quanti sporcano, danneggiano e deturpano muri e porte con scritte e disegni,

Gli studenti utilizzeranno, di norma una volta al giorno, i bagni del corridoio di competenza nel rispetto dell'orario di seguito indicato:

  • dalle ore 10,15 alle ore 11,45 (corsi A e C);
  • dalle ore 17,00 alle ore 18,30 (corso B).

Il comportamento degli alunni non deve essere di disturbo alle attività didattiche delle classi.

 

Assenze alunni

Le assenze vanno giustificate il giorno successivo al verificarsi della stessa. Gli insegnanti della prima ora devono verificarne la correttezza e segnarla sul registro di classe.Le assenze non possono superare un determinato numero di ore. Superato tale limite, l'anno scolastico non può essere validato. In materia, docenti e studenti devono rigorosamente attenersi al rispetto delle norme scritte nel REGOLAMENTO delle assenze degli alunni che verrà depositato in copia in ciascuna aula per essere affisso all'albo della classe.

 

Denuncia infortuni

Al fine di evitare errori ed omissioni e per rendere omogenei i comportamenti in caso di infortunio degli alunni, i professori sono invitati al rispetto delle procedure di seguito indicate:

  • I docenti hanno l'obbligo di segnalare tempestivamente all'Ufficio di segreteria, i casi d'infortunio che si verificano nel corso della propria ora di lezione (anche di quelli che si valutano di lieve entità);
  • La segnalazione accompagnata da una breve nota scritta (in segreteria verrà depositato un modulo prestampato) deve avvenire entro e non oltre i 60 minuti dall'accaduto;
  • La segreteria, ricevuta la segnalazione, informa la famiglia. Nei casi valutati come lievi, l'informazione va prodotta in nota scritta su un apposito modello. Se, invece, l'infortunio merita maggiore attenzione, l’Ufficio di Segreteria telefonicamente, invita i genitori a rilevare il/la proprio/a figlio/a per rendere possibili gli accertamenti sanitari necessari. Se è il caso, si deve far intervenire il pronto soccorso della ASL (118);
  • In caso di infortunio grave, gli insegnanti devono:
  • informare tempestivamente il Dirigente Scolastico o in sua vece il collaboratore vicario;
  • attivare subito tutte le procedure previste dal “Piano di Emergenza” elaborato dal responsabile dei servizi di prevenzione e protezione.

 

Accesso agli Uffici di Segreteria

In attuazione del D. Lgs. n. 196/2003, non è consentito accedere e sostare negli Uffici di Segreteria con la sola eccezione dei collaboratori del D.S. che possono accedervi solo per motivi legati alla loro funzione.I docenti potranno comunicare con l'Ufficio di Segreteria tramite lo sportello che sarà aperto tutti i giorni della settimana con il seguente orario: dalle ore 10,30 alle ore 11,30.

 

Domande, richieste di documenti, comunicazioni e quant'altro deve essere presentato in forma scritta e, se affidato al personale ausiliario (non è consentito affidare agli alunni questo compito, neppure altre mansioni e servizi che non siano quelli strettamente legati all’attività didattica), deve essere chiuso in modo da tutelare la riservatezza. La visione dei fascicoli personali degli alunni deve essere autorizzata dal D.S. e deve avvenire sempre nel rispetto della privacy e non negli uffici di segreteria. Per le stesse motivazioni è assolutamente vietato l'accesso dei genitori alle classi. Per i casi di urgenza il D.S. deve essere coinvolto per le autorizzazioni.

 

Fotocopie dei documenti della scuola

Non è consentito per le norme fissate nel D. Lgs. 196/2003 fotocopiare documenti prodotti e presenti nella scuola (ad es. comunicazioni interne, diposizioni del D.S. e dei suoi collaboratori, documenti, ecc.). Le richieste devono essere formulate al D.S. periscritto con la indicazione della motivazione. Il D.S., valutata la motivazione, ne autorizza o ne nega la copia motivandone le ragioni.La mancata osservanza delle disposizioni di legge comporta sanzioni conseguenti fissate nei regolamenti, nel CCNL, nella legge succitata e nel D.Lgs. 150/2009.

 

Firma degli ordini di servizio.

E' appena il caso di riproporre alla Vs. attenzione la raccomandazione di firmare tempestivamente gli ordini di servizio e le comunicazioni del D.S.. Firmare per presa visione è un dovere professionale. Non farlo è censurabile. Gli o.d.s. saranno emanati, nel rispetto dei tempi necessari per una comunicazione efficace, in doppia copia: una non rimovibile sull'apposito Registro, corredata dall'elenco delle firme degli insegnanti e l'altra mobile per la consultazione permanente che verrà depositato nella Sala Insegnanti. Non è compito degli ausiliari inseguire i docenti per richiedere una doverosa firma.È responsabilità di ciascun insegnante controllare quotidianamente il registro depositato nella Sala Docenti. Gli ausiliari avranno, invece, il compito di far girare per le classi le comunicazioni di interesse per gli alunni e le famiglie.

 

La dott.ssa Maria Luisa Massa e il tecnico Giuseppe Battista

sono i collaboratori del D.S.

 

Il Dirigente Scolastico riceve lunedì e giovedì dalle ore 9,30 alle ore 10,30 e martedì e venerdì dalle ore 15,00 alle ore 16,00.

 

Confido nella preziosa e indispensabile collaborazione di tutti

 

 

                                                                                                                                                                                                                                               Il Coordinatore

                                                                                                                                                                                                                                         delle Attività Didattiche

                                                                                                                                                                                                                                        Prof. Giuseppe Russo

 

 

II contenuto della presente ed i suoi allegati sono diretti esclusivamente al destinatario e devono ritenersi riservati con divieto di diffusione e di comunicazione,espressa autorizzazione e, nel caso di utilizzo senza espressa autorizzazione, verrà effettuata denuncia agli organi competenti. La diffusione e la comunicazione da parte di soggetto diverso dal destinatario è vietata dall'art. 616 e ss. C.p. e dal d.lgs. n. 196/03.


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.